Olinad Viaggi

Visitiamo il Binario 21

Milano

Febbraio


€ 50.00
ISCRIZIONE




Dettagli (Download PDF)


Quota di partecipazione Euro 50,00


La quota comprende
Autobus Ingresso Guidato al Museo Pietro Micca
Guida con il gruppo per la visita alle luci degli artisti
Vox tour
Assicurazione
Assistente di viaggio Olinad

 

La quota non comprende
Tutto quando non espressamente indicato nella voce: la quota comprende

 


Iscrizioni entro il 15 Gennaio 

 

Informazioni:  3d VIAGGI OLINAD via Carloni 8 22100 Como ,  Tel. 0315378907 – 348 2728087            

visita il nostro sito: http://www.olinadviaggi.it, mail  barbara@3d-group.it

Sabato 4 Febbraio 2022

Milano:  Visitiamo il Binario 21 & la Chiesa di Santa Maria della Passione

 

 

Ritrovo dei partecipanti a Muggio ore 08.30, Lipomo 08:45; Como Borghi 09:00 e con il bus partenza per Milano. Con la guida visiteremo il Binario 21: Memoriale della Shoah. Sul convoglio partito dal Binario 21 una fredda mattina del 30 gennaio 1944 c'era anche una ragazzina di 13 anni, Liliana Segre: tra le fondatrici del Memoriale della Shoah di Milano – testimonia con eccezionale lucidità la propria esperienza di giovane ebrea (aveva 14 anni) deportata ad Auschwitz.
Liliana venne liberata il primo maggio 1945 al campo di Malchow, un sottocampo del campo di concentramento di Ravensbrück. Dei 776 bambini italiani di età inferiore ai 14 anni che furono deportati al Campo di concentramento di Auschwitz, Liliana è tra i soli 25 sopravvissuti.
Della sua esperienza, per molto tempo, Liliana Segre non ha mai voluto parlare pubblicamente. Ha deciso di interrompere questo silenzio nei primi anni ’90 e da allora si è resa disponibile a partecipare a decine e decine di assemblee scolastiche e convegni di ogni tipo per raccontare ai giovani la propria storia anche a nome dei milioni di altri che l’hanno con lei condivisa e che non sono mai stati in grado di comunicarla Ad accoglierci una grande scritta: INDIFFERENZA. Questa parola è stata scelta con cura e sta a rappresentare il sentimento che, più di ogni altro, ha fatto patire gli ebrei: l’indifferenza della gente nei confronti di ciò che stava accadendo durante tutto il periodo, non soltanto durante la deportazione. Dopotutto gli ebrei erano molto ben integrati nella società di allora, l’indifferenza che hanno subito è stata devastante.

Al termine delle visita guidata, con il bus trasferimento nel centro di Milano per il pranzo libero
Nel pomeriggio, con la guida, visiteremo la chiesa di Santa Maria della Passione uno dei più bei monumenti del tardo Rinascimento a Milano. La parte più antica è quella absidale, col tiburio ottagonale forse concepito da Giovanni Antonio Amadeo, mentre la facciata, molto mossa e chiaroscurata, è un esempio del miglior barocco milanese All'interno si trova una vera e propria pinacoteca che esemplifica la scuola tardo cinquecentesca e seicentesca del capoluogo lombardo: artisti come Lomazzo, Bernardino Luini, Gaudenzio Ferrari, Panfilo Nuvolone, Daniele Crespi e Carlo Urbino illustrano, con opere di grande pregio, il delicato passaggio dall’arte manierista a quella contro riformata del periodo borromaico, in un forte dialogo con le novità introdotte in città dal progetto del complesso dell'Ambrosiana. Nelle sale del convento, appartenuto ai Canonici Lateranensi che a Milano reggevano anche la chiesa di Santa Maria Rossa di Crescenzago e l'Abbazia di Casoretto, ha oggi sede il Conservatorio di Musica di Milano Giuseppe Verdi. Splendida è anche la sala capitolare, che verrà aperta per Milanoguida, dove avremo modo di ammirare le meravigliose tavole e gli affreschi d’inizio cinquecento di Ambrogio Bergognone, in un ambiente che mantiene il fascino originario e dove si respira un'atmosfera di pace e solennità. Al termine della visita, rientro a Como.